Swipe to the left

Illuminazione al Led: rendi la tua casa più luminosa in 7 passaggi

 Illuminazione al Led: rendi la tua casa più luminosa in 7 passaggi
By Amministratore Globale 17 days ago 157 Views No comments

Hai acquistato casa da poco e stai decidendo che tipologia di illuminazione fa per te? Ci sono differenti opzioni e tutte dipendono anche dalla grandezza delle stanze. Il segreto per migliorare l’atmosfera di un’abitazione è quella di giocare con la percezione, creata dall'illuminazione. Questa, probabilmente, è la prima regola che dovresti tenere bene a mente quando opti per delle luci a led per casa.


Negli ultimi anni l’illuminazione al led è quella che va per la maggiore, anche perché quest’ultima favorisce il risparmio energetico, dura molto di più delle altre tipologie di luce e risulta molto più adeguata se devi arredare uno studio, un salotto e tutti gli altri ambienti della casa che normalmente frequenti più spesso.


In questo articolo troverai dei consigli in merito all'illuminazione degli ambienti domestici:

  • Illuminare con le lampade a led: perché sceglierle;
  • Come aumentare la percezione degli spazi con la giusta illuminazione;
  • La giusta illuminazione per lo studio e la cucina;
  • Quale lampada da tavolo scegliere per lo studio;
  • Come creare un atmosfera calda e accogliente con le luci;
  • A cosa serve un dimmer;
  • Perché illuminare bene la tua casa è importante.


Illuminare con le lampade a led: perché sceglierle

Per illuminazione al LED si intende Light Emitting Diode, ovvero più banalmente luce trasmessa dai Diodi. Negli ultimi anni le lampadine al LED hanno sempre di più sostituito quelle ad incandescenza, comportando reali benefici all’illuminazione in casa. Si parla di un’alternativa ecocompatibile, tendenzialmente più avanzata tecnologicamente e di alta qualità. Inoltre sono prive di mercurio e a basso consumo. Quest’ultimo dettaglio pone l’accento sul concetto di risparmio energetico, punto molto importante per le case di nuova generazione.


Il secondo vantaggio è calcolabile sia in base alle dimensioni della tua abitazione, e quindi alla potenza di illuminazione che necessiti, sia in base al tempo che tu o i tuoi familiari, trascorrete in casa.


Inoltre le lampade a led durano fino a 25.000 ore, quindi circa 25 volte in più rispetto ad una lampadina a incandescenza. Un’altra differenza fondamentale, è data dal fatto che le lampadine al LED non emettono calore e hanno una luce molto più bianca.


Come aumentare la percezione degli spazi con la giusta illuminazione


Ogni stanza della casa necessita di un’illuminazione in particolare, come ad esempio:


  • L’ingresso, ha necessità di un’illuminazione che invogli ad entrare, calda e accogliente ma allo stesso tempo ben illuminata senza accecare chi entra in casa per la prima volta. Quando si parla di illuminazione dell’ingresso ci si riferisce ad una luce d’accento, ovvero quella che tende a dare maggiore importanza agli elementi architettonici o di arredo, che meritano di essere posti al centro dell’attenzione;
  • Il soggiorno ad esempio richiede un’illuminazione multifunzionale, poiché le attività che si svolgono in questo luogo della casa possono essere molteplici. Guardare la TV, leggere, ascoltare la musica o semplicemente intrattenersi in una piacevole conversazione confidenziale, sono tutte attività che richiedono la giusta illuminazione. Lampada da terra, da tavolo, applique e luce diretta o indiretta, sono alcune delle alternative che devi considerare.


Prima di acquistare una lampada da tavolo, da terra, da soffitto, da parete, a sospensione, devi valutare bene gli spazi che hai a disposizione in casa. Se per esempio hai deciso di dipingere le pareti di casa tua di un colore scuro, per dare un maggiore senso di intimità, avrai necessità di illuminare bene gli ambienti e magari optando per delle lampade a sospensione. Generalmente queste sono l’ideale in una sala da pranzo o in cucina, come puoi vedere nell'esempio in foto lampada Artemide Tolomeo Mega Sospensione.



La giusta illuminazione per lo studio e la cucina

L’illuminazione per lo studio e la cucina è differente anche per l’intensità della luce che si necessita. Questi due ambienti, ad esempio, hanno necessità di una luce più forte. L’effetto si può ottenere con una singola sorgente luminosa e quindi con una sola lampada da tavolo ad esempio, o con più lampade a led.


In cucina è necessario optare per delle fonti luminose schermate, che quindi emettono dei fasci di luce diretti e localizzate nelle zone di interesse. L’illuminazione localizzata e quella generale sono necessarie e complementari, attenuando così le ombre e i contrasti.


Per ciò che invece concerne lo studio, l’illuminazione deve essere mirata e non dispersiva, in quanto deve favorire la concentrazione e l’efficienza produttiva. Si dovrebbero alternare un’illuminazione ambientale, ad una ad hoc, possibilmente facilmente regolabili grazie al dimmer. L’effetto si può ottenere con una singola sorgente luminosa e quindi con una sola lampada da tavolo ad esempio, o con più lampade a led come quella da scrivania, da lettura, ad arco, a stelo e in alcuni casi, anche se più rari, anche a sospensione.


Nell'esempio in foto,invece, ti riportiamo alcune lampade da tavolo Artemide Tolomeo, perfette per illuminare, con stile, la scrivania nello studio. Le lampade da tavolo possono poi essere anche abbinate a quelle da terra, se se ne ha necessità ma dipende dalla grandezza dell’ambiente e da quanto vuoi illuminare.




Quale lampada da tavolo scegliere per lo studio

Lo studio in casa è diventata un’abitudine molto consolidata negli ultimi anni, in quanto ora le professioni moderne permettono di lavorare in casa e questo vuol dire anche che bisogna adattare l’illuminazione all'ambiente nel modo giusto.

Le lampade da interno presenti sul nostro sito, ti offrono un’ampia variazione di lampade da tavolo, tra le quali puoi scegliere. La lampada migliore per te al led, è quella che non ingombra il tavolo da lavoro, alternata però ad una lampada che illumina adeguatamente tutto il resto degli spazi della stanza, per regalare così maggiore conformità agli ambienti.



Specie in inverno, quando la luce naturale è ridotta, è molto importante. L’esempio in foto ti mostra una lampada da tavolo a led Artemide Tolomeo con dimmer, molto utile, in quanto ha anche il braccio morbido che ti consente di spostare la luce dove ti occorre di più.


Come creare un atmosfera calda e accogliente con le luci

La camera da letto, invece, è un luogo di relax ma anche di intimità che richiede più punti luci, più o meno diretti, tenendo anche in considerazione che se si vuole leggere un libro non bisogna infastidire il proprio compagno. Lampada da soffitto, una piantana o una serie di appliques, possono aiutare a dare la giusta quantità di luce che occorre.


In camera da letto, quindi, mai luce sparate, si tratta del luogo di riposo per eccellenza e bisognerebbe sempre optare per dei colori caldi ma non aggressivi, come il beige o sfumature di grigio chiaro per le pareti, illuminate da luci calde. Si possono scegliere delle lampade da comodino come quella in foto, oppure si può optare per un’illuminazione d’ambiente più varia. La tua scelta dipende anche molto dall’arredamento e da quello che vuoi far risaltare.


A cosa serve un dimmer


In molti, oggi, optano per un dimmer per l’illuminazione della propria casa, in quanto ti permette di regolare la luce a seconda delle tue necessità. Tecnicamente, infatti, è indicabile come regolatore di luce. L’unico problema è che non sempre questo apparecchio è compatibile con gli impianti energetici che si hanno in casa. Anche questa opzione ti permette di regolare lo spreco di elettricità, diminuendo la potenza di carico a seconda di ciò che hai bisogno.


Perché illuminare bene la tua casa è importante

La casa è il luogo sicuro e confortevole dove tornare la sera, dopo una lunga e dura giornata di lavoro o di studio, ma è anche il posto dove oggi si trascorre più tempo, differentemente dal passato.

Bisogna renderla accogliente, luminosa e spaziosa anche quando non è troppo grande. In particolare quest’ultimo passaggio prevede che l’illuminazione giochi un ruolo fondamentale.Una casa può essere resa percettivamente più grande con:


  1. La scelta delle luci, e quindi delle giuste lampade al led o meno;
  2. L’arredamento, evitando di riempire spazi piccoli con troppi oggetti, quadri ed altro;
  3. Scegliendo i colori caldi per gli ambienti piccoli e quelli scuri per gli spazi grandi.

Inoltre, l’illuminazione della casa assume importanza in base anche alle stanze:


  • Studio;
  • Cucina;
  • Salotto;
  • Camera da letto;
  • Bagno.

Ora non ti resta che scegliere l’illuminazione perfetta per la tua nuova casa, per renderla ancora più bella.